Home Tempi Postmoderni Curiosità Nel 2017 “boom” di oggetti infilati nei genitali: stilata la classifica dei...

Nel 2017 “boom” di oggetti infilati nei genitali: stilata la classifica dei più assurdi

Rivolgersi al servizio pubblico o privato per effettuare una radiografia o una risonanza magnetica è qualcosa di molto comune nella popolazione. Un dolore ad un arto, o alla schiena, ma anche un frequente fastidio allo stomaco possono indurre il medico a svolgere un esame diagnostico per risalire alla causa.

Talvolta, però, quello che viene fuori è qualcosa di davvero inaspettato: oggetti all’interno del corpo. Anche nel 2017 le cronache hanno raccontato di vicende “surreali”, con radiografie che hanno evidenziato la presenza di oggetti rimossi dai medici. Oggetti che erano stati infilati dalle stesse persone e che erano rimasti inavvertitamente incastrati.

Come riportato dal sito Dagospia, solo negli USA sono stati estratti elementi da vagine, ani e peni. Si tratta di saponette, tappi di bottiglia e deodoranti, palle di silicone, riflettore di bicicletta, cuffie, asciugamani, ma anche cucchiai di plastica, pezzi del Domino, palle da golf, cacciaviti e chi più ne ha più ne metta. Un partner ha addirittura infilato soldi e telefoni nella vagina della fidanzata. Ma l’oggetto più “gettonato” è senz’altro il cetriolo.

Una pratica che sembra essere piuttosto comune, ma che a volte può andare storta, costringendo i malcapitati a precipitarsi nel più vicino pronto soccorso per rimuovere l’oggetto incastrato nell’orifizio.