Home Televisione

“Barbara D’Urso mi fa più paura dell’Isis” e cade il gelo: Lilli Gruber ci mette una pezza

CONDIVIDI

“L’ISIS? Mi fa più paura Barbara D’Urso”. Sono le parole shock pronunciate durante la trasmissione “Otto e Mezzo”, in onda su La7, da Carmine Castoro, scrittore e filosofo della comunicazione.

Il tutto è avvenuto nella puntata di giovedì 4 gennaio 2018, quando nella puntata del programma condotto da Lilli Gruber si discuteva della cosiddetta “Tv del dolore”. Ospite della trasmissione era proprio Carmine Castoro, che è intervenuto mentre la discussione verteva sulla nota presentatrice delle reti Mediaset.

Prima che Castoro potesse provare a spiegare il significato di quella sua frase, ci ha pensato Lilli Gruber a stemperare gli animi mandando un saluto a Barbara D’Urso: “Le mando anche tanti auguri e complimenti, perchè riesce a fare grandi ascolti”, ha aggiunto la Gruber.

In seguito, Castoro ha spiegato come a suo modo di vedere esistano due polarità: “Da un lato c’è il massimo del sangue, della guerra dell’odio della violenza rappresentato dall’Isis – afferma lo scrittore e filosofo – dall’altro lato abbiamo questa finzionalizzazione e futilizzazione del dolore che ci porta a quello che diceva Pierre Bourdieu negli anni ’90, cioè le tragedie senza legami”.

Per Castoro, se al dolore viene tolta la filiera delle cause, della storia, della memoria, delle responsabilità e delle soluzioni, “ci si trova di fronte ad un cinico trastullo che è quello al quale si dedicano con grande profitto tante trasmissioni e tanti conduttori”.