Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Bisnonna affetta da Alzheimer stuprata da due uomini nel suo appartamento

CONDIVIDI

Due uomini si sono introdotti in casa di una bisnonna di 89 anni affetta da Alzheimer a Pool (cittadina portuale nel Dorset, Inghilterra) ed approfittando della sua debolezza fisica l’hanno spinta sul letto prima di abusarne sessualmente. Il terrificante atto di violenza sessuale ai danni della donna si è verificato lo scorso 31 dicembre e a denunciare l’accaduto è stata la stessa donna che, ripresa dall’assalto, ha chiamato immediatamente la figlia dicendole che aveva bisogno di soccorso medico. Nonostante fosse in stato confusionale (in parte per l’attacco subito ed in parte per la malattia) la donna ha raccontato come un uomo l’abbia spinta sul letto e l’abbia violentata, mentre un altro guardava la scena ridendo rumorosamente.

In seguito all’accaduto la figlia ha denunciato la violenza anche sui media britannici, spiegando come spesso sia preoccupata che il suo stato mentale la porti a fare entrare in casa sconosciuti: “Sono sempre preoccupata che possa fare entrare gente senza pensarci e che possa essere rapinata o aggredita”. Ma ciò che rende ancora più malata l’aggressione è che sembra che l’intento fosse proprio quello di stuprarla: dalla casa, infatti, non manca nulla ed i due uomini non hanno nemmeno rotto oggetti.

Uno degli agenti che si sta occupando del caso, il detective Jon Sainsbury della polizia di Bournemouth sull’aggressione ha dichiarato: “Abbiamo ottenuto dalla vittima una completa descrizione dei fatti, ma lei è vulnerabile e a causa del suo stato di salute il ricordo dei particolari è limitato. La vittima non riconosce i suoi aggressori e non è in grado di fornire dettagli per l’identikit. Non sappiamo nemmeno quando questi si sono introdotti all’interno della casa”. Il caso, dunque, è tutt’altro che semplice da risolvere e probabilmente i due aggressori non verranno mai identificati.

F.S.