Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Servizio Sanitario britannico in crisi: immagini scandalose di pazienti costretti a dormire...

Servizio Sanitario britannico in crisi: immagini scandalose di pazienti costretti a dormire per terra

West Yorkshire. Il Servizio Sanitario Ospedaliero del Regno Unito sta mostrando in questo inverno delle crepe che appaiono quanto mai allarmanti. La difficoltà estrema in cui versano le strutture ospedaliere inglese è stata mostrata attraverso delle foto che ritraggono due persone costrette a dormire per terra. Almeno una delle due sembra essere un paziente abbigliato con il vestiario tipico fornito in ospedale.

Le immagini in questione sono state rese note tramite i social networks e riguarderebbero una struttura ospedaliera che si trova nel West Yorkshire, una contea Metropolitana inglese sita nel cuore della parte occidentale dello Yorkshire. La denuncia social è stata portata avanti da una donna di 57 anni che ha voluto denunciare le condizioni in cui versano i pazienti al Pinderfields Hospital di Wakefield. La donna ha chiesto di rimanere nell’anonimato.

La donna, che si è dichiarata scioccata da questo stato di cose che permane in questo ospedale non solo a Natale, è stata raggiunta dai microfoni de The Huddersfield Daily. Ecco alcune delle sue dichiarazioni: “Nel 2018 le persone non dovrebbero dormire sul pavimento senza un cuscino o una coperta: se fossi in prigione ti verrebbero offerti un cuscino, una coperta  e un letto. L’uomo che giaceva sul pavimento in fondo al letto di mio marito stava male. Stava chiedendo un carrello per sdraiarsi, ma non c’era nessun carrello da dargli.”

La donna e il marito sono arrivati in ospedale intorno all’una di notte del 2 gennaio. L’ospedale, in quel momento, stava vivendo una piena emergenza festiva, con il 93,5% dei posti letto disponibili riempiti su una percentuale di sicurezza che non dovrebbe superare l’85%. Ma la crisi non si fermerebbe a questo: sarebbero ben 50mila le operazioni previste per questo mese ad essere state posticipate e ci sono stati ritardi nelle visite mediche ai pazienti.

Per quanto riguarda le foto incriminate, ha detto la sua David Melia (Director of Nursing and Quality presso il Mid Yorkshire Hospitals NHS Trust), dichiarando che non sono state ricevute lamentele riguardo alla cura dei due pazienti ritratti nelle foto. In generale, invece, per quanto riguarda le pecche della sanità inglese sono arrivate le scuse di Theresa May, che ha ammesso che tutto ciò è “difficile, frustrante e deludente per i pazienti”.

Maria Mento