Home Tempi Postmoderni Mistero Missile della Space X parte per una missione spaziale: i cospiratori pensano...

Missile della Space X parte per una missione spaziale: i cospiratori pensano subito al Pianeta X

Il famoso Pianeta X, detto anche Pianeta Nibiru, sulla cui esistenza la Nasa ha finora negato ogni possibile riscontro scientifico, sarà oggetto di un’altra spedizione spaziale. È stata l’agenzia spaziale Space X, che fa capo al magnate Elon Musk, a lanciare in orbita un missile che- secondo molti sostenitori della teoria della cospirazione- dovrebbe avere il compito di intercettare il Pianeta X e di distruggerlo.

Il lancio è stato effettuato alle ore 20:00 di ieri sera da Cape Canaveral. Non si hanno molte informazioni sul fine ultimo della missione spaziale, ma sembrerebbe che il progetto sia stato appoggiato dal Governo.

Tale segretezza della missione ha fatto sì che i teorici più complottisti abbiano iniziato a fare ipotesi sulla possibile distruzione del Pianeta Nibiru, un pianeta pericolosissimo che potrebbe rischiare di distruggere la Terra entrando in collisione con il nostro pianeta. Peccato, però, che le teorie fatte sul Pianeta X e tutte le previsioni di possibili catastrofi già previste addirittura per il 2003 siano state smentite, anche nei fatti. Altre catastrofi imminenti erano state millantate nel 2012, 2015, 2016 e 2017.

In concordanza con le teorie più estreme nate sulla missione di Space X è comparso un manifesto in cui si sostiene che Elon Musk sia ossessionato da Nibiru e che abbia incontrato più volte le forze governative negli ultimi due mesi. Ma, se da un lato è vero che lo stesso Musk ha più volte affermato il concetto rivoluzione della tecnologia spaziale nell’ottica della colonizzazione di altri pianeti da parte dell’uomo, è anche vero che il magnate non ha mai parlato di Nibiru.

La Nasa ha rigettato con forza ogni ipotesi dell’esistenza di Nibiru. Se questo famoso pianeta che si dovrebbe apprestare ad entrare in collisione con la Terra esistesse davvero, infatti, gli astronomi lo avrebbero già rintracciato da decenni e adesso dovrebbe addirittura essere visibile ad occhio nudo. Cosa che non è avvenuta.

Maria Mento