Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Dichiarato per tre volte morto, poi accade l’impensabile

CONDIVIDI

Non è raro sentire storie di persone ritenute morte che si risvegliano improvvisamente, magari all’obitorio o durante il loro funerale. Una storia di questo tenore è avvenuta in Spagna, dove un prigioniero è stato dichiarato morto per ben tre volte. Ma quando tutto era pronto per procedere all’autopsia del suo corpo, l’uomo si è improvvisamente risvegliato.

Gonzalo Montoya Jimenez, 29 anni, era rinchiuso in un carcere nella regione di Astura, in Spagna. I medici che dovevano procedere alla sua autopsia si sono accorti che l’uomo era ancora vivo quando hanno cominciato a sentire una sorta di rantolio provenire dal suo corpo.

Gonzalo Montoya Gimenez era stato dichiarato morto da tre medici esperti, che hanno poi inviato il suo corpo all’obitorio.

Stando a quanto riferito dal giornale locale La Voz de Asturias, il suo corpo era “pronto per essere aperto” (era quindi pronto per l’autopsia, ndr) quando i medici si sono accorti che l’uomo stava come russando.

Allo stato attuale, i medici credono che Montoya possa soffrire di una condizione chiamata catalessi, che fa rallentare i segni vitali di una persona a livelli quasi impercettibili. Dopo l’incredibile risveglio, il 29enne è stato trasferito all’ospedale di Oviedo, dove è ricoverato al reparto di terapia intensiva.