Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Vittima di bullismo: star della pubblicità si suicida a 14 anni

Vittima di bullismo: star della pubblicità si suicida a 14 anni

Si chiamava Ammy ‘Dolly’ Everett ed era una ragazzina australiana di soli 14 anni, che nel suo Paese era diventata celebre perché aveva prestato il suo volto sbarazzino ad una campagna pubblicitaria della Akura, una società che produceva cappelli tipici.

Il 3 gennaio, Ammy ‘Dolly’ Everett si è tolta la vita, improvvisamente ed a soli 14 anni, lasciando la sua famiglia nel dolore più totale. Solo ora il padre rivela perché la figlia ha compiuto un gesto così estremo e disperato: perché era stata tormentata dai bulli. Il padre della piccola, Nick Everett, ha scritto un post su Facebook dove condanna i bulli ed ha anche invitato chi ha rovinato la vita della figlia, spingendola al suicidio, ad andare ai suoi funerali. 

“Così vi renderete conto di quale disastro abbiate combinato” ha scritto sui social il padre della 14enne.
Ed ha continuato, in una lettera toccante indirizzata proprio a coloro che hanno spinto la figlia a togliersi la vita:Non avete la metà della forza che aveva il mio prezioso angelo e che ha dimostrato anche nel mettere in atto il suo tragico piano per sfuggire alla cattiveria di questo mondo”.
Alla fine del suo post, Everett ha rivolto a tutti una preghiera: quella di mobilitarsi contro il bullismo “perché solo così la vita di Dolly non sarà andata sprecata”.

R.M.