Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Beppe Grillo sbotta e smentisce tutte le voci su di lui: “Basta diffondere fake news”

CONDIVIDI

Le fake news pubblicate dai media non smettono di impazzare e di colpire questo o quel personaggio pubblico. A farne le spese, ultimamente, sono soprattutto esponenti di spicco della politica italiana ed il fenomeno- anziché diminuire- sembra trovare nuova linfa proprio a ridosso delle prossime elezioni politiche nazionali in programma per il prossimo marzo 4 marzo 2018.

Questa volta al centro della polemica c’è Beppe Grillo, leader e fondatore del Movimento 5 Stelle, il partito che da outsider è divenuto in poco tempo uno dei punti di riferimento principali per il nuovo corso che la politica dovrebbe prendere (almeno, se non altro, in termini di svecchiamento di tutta la classe). Proprio Beppe Grillo, secondo varie testate giornalistiche, sarebbe sul punto di lasciare il suo partito.

È stato lo stesso leader del M5S a voler smentire categoricamente le fake news che lo stanno riguardando e lo ha fatto con una lettera inviata al “Fatto quotidiano”. Ovviamente, al centro delle dichiarazioni di Beppe Grillo ci sono le prossime elezioni politiche, che finalmente potrebbero consacrare il suo Movimento alla guida del Paese. In una posizione come quella da lui ricoperta, sarebbe da stupidi lasciare il passo proprio adesso.

“Per me lasciare il Movimento sarebbe come per un jazzista darsi al liscio. Praticamente mi stanno dando dello scemo: si vota fra meno di due mesi e, dopo oltre 10 anni, mi è girato il boccino così? Per fortuna non c’è un aggettivo per descrivere uno che si inventa una stronzata del genere, perchè lo userei senza dubbio: mi hanno davvero lasciato a bocca aperta”, ha fermamente ribadito Grillo.

Ha anche puntato il dito contro il sistema politico-mediatico che mette in atto queste strategie:Questa non è semplicemente la smentita a una grandinata di fake news: questa è l’occasione per mostrarvi come è fatto e come si comporta il sistema ‘politico’-mediatico. Uno stormo di disperati che tentano di far apparire noi come loro. Si tratta di un compito davvero arduo perchè non esiste alcun ‘loro’, ma soltanto la finanza internazionale che si protegge con il caos”.

Maria Mento