Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Isabella Noventa, il disperato appello della madre a due anni di distanza

Isabella Noventa, il disperato appello della madre a due anni di distanza

Sono passati due anni da quando Isabella Noventa è uscita da casa dei genitori per andarsi ad incontrare con il suo fidanzato, un uomo che amava alla follia ma che, a causa della sua gelosia, la stava facendo allontanare e temere per la sua vita. Eppure ad Albignasego tutto è rimasto com’era: la disposizione dello studio, il letto in ordine, le foto e gli oggetti sugli scaffali, persino il telecomando sul comodino, come se la segretaria 55enne fosse appena uscita di casa e dovesse tornare da un momento all’altro.

Per la madre, Ofelia, cambiare la disposizione delle due camere o togliere gli oggetti appartenenti alla figlia significherebbe perderla nuovamente, dimenticare per sempre quella figlia strappatagli via con crudeltà da Freddy Sorgato, con la complicità della sorella Debora e dell’amante Manuela Cacco, la tabaccaia del paese in provincia di Padova. Intervistata proprio in occasione del secondo anniversario della scomparsa di Isabella, Ofelia sottolinea con rassegnazione: “Oggi sono due anni che quei tre assassini me l’hanno ammazzata”.

Sì perché al dolore della perdita della figlia si aggiunge quello legato all’impossibilità di seppellirla: “Se ce lo avessi di fronte quel Freddy gli stringerei il collo fino a farmi dire dov’è il corpo di mia figlia. Non riesco più a parlare dal dolore che ho” dice con rabbia la donna che infine aggiunge: “Era un venerdì. Da quella mattina tutte le giornate sono uguali, tutti i due anni sono sempre come il primo giorno”.

F.S.