Home Notizie di Calcio e Calciatori Insulti e minacce sui social, il bullismo dei tifosi costringe calciatore a...

Insulti e minacce sui social, il bullismo dei tifosi costringe calciatore a chiudere profilo

Un errore grave, che ha consentito all’attaccante della Roma, Stephan El Sharaawy, di involarsi verso la porta difesa da Handanovic e siglare il gol del momentaneo vantaggio giallorosso a San Siro. L’Inte riuscirà a pareggiare nel finale grazie ad un’inzuccata di Vecino, ma i tifosi non hanno comunque perdonato la pesante disattenzione a Davide Santon.

Il terzino della Beneamata ha chiesto anche scusa al pubblico al momento della sostituzione, ma il suo profilo Instagram è stato preso ugualmente di mira dai fan nerazzurri, inferociti con il giocatore.

Insulti di ogni tipo, offese pesanti, fino alle vere e proprie minacce: un accanimento sconsiderato a cui Santon ha deciso di rispondere dapprima con il silenzio, poi chiudendo la sua pagina Instagram. Non è bastato, evidentemente, il consiglio del suo allenatore, Luciano Spalletti, che nella conferenza post-gara aveva invitato il terzino a non preoccuparsi troppo dell’errore: “Non deve chiudere scusa a nessuno – ha detto il mister – anzi, se viene a chiedere scusa a me non lo faccio più giocare. Non è facile parlare dal divano e dai salotti, sul campo è tutta un’altra cosa: sono cose che succedono”.

Tra i tanti insulti ci sono stati anche commenti d’incoraggiamento a Santon da parte di alcuni tifosi dell’Inter.