Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Serial killer uccide 49 vittime e le dà in pasto ai suoi clienti. Ma avrebbe voluto fare di peggio

CONDIVIDI

Un serial killer ha rivelato di voleva uccidere un’altra prostituta per “chiudere” il numero di persone uccise.

Robert Pickton, 68 anni, è ancora in prigione per aver ucciso e macinato i resti di 49 donne nella sua fattoria, che lui chiamava ‘Palazzo Piggy‘.

L’uomo ha poi venduto i loro resti ad alcuni clienti, compresi i poliziotti locali, prima di essere arrestato nel febbraio 2002. Tuttavia, rivelò alla polizia sotto copertura di pensare di essere stato “lascivo” perché non era riuscito a uccidere 50 persone. Ha dichiarato: “Mi sono scavato la fossa da solo a causa del mio essere così lascivo. Me ne mancava solo un’altra per raggiungere il numero 50“.

Pickton è stato condannato per l’omicidio di sei prostitute nel 2007 e condannato a vita in carcere senza possibilità di avvalersi della libertà condizionale per almeno 25 anni.

Egli è stato anche accusato di altri 20 omicidi che non sono stati processati perché il giudice ha detto che includevano prove materialmente diverse dagli altri. Le riprese mandate in onda su CBS Reality hanno esaminato gli omicidi e mostrato le confessioni di Pickton rilasciate a un ufficiale della polizia che ha finto di essere un compagno di cella. Ha detto al poliziotto: “Mi hanno beccato per questo…. hanno il DNA“. Il poliziotto ha quindi suggerito all’uomo di smaltire il corpo in mare e Pickton gli disse: “Ho fatto di meglio… un impianto di fusione“.

Pickton è stato condannato per la morte di sei donne e ritenuto responsabile di altre 20, ma non è stato perseguito in seguito alla scoperta del DNA. I pubblici ministeri hanno dichiarato che non avrebbero più portato avanti alcun procedimento penale contro Pickton, compresi i 20 capi d’ accusa.

L’accusa ha dovuto valutare attentamente se fosse nell’interesse pubblico procedere sui 20 capi d’accusa restanti, e la sezione giudiziaria ha concluso che non lo era“, ha dichiarato Neil MacKenzie, un portavoce della Corona.

Le donne hanno continuato a sparire nei dintorni della fattoria di Pickton per oltre 4 anni. La fattoria è così diventata la scena del crimine più grande di tutta la storia del Canada.

Centinaia di investigatori, tra cui antropologi, hanno trascorso mesi ad indagare il terreno e gli edifici della fattoria dove hanno trovato i resti umani.

Mario Barba