Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Disastro ferroviario Milano, un grave retroscena su cos’era successo a luglio

0
CONDIVIDI

La tragedia di stamane sulla linea ferroviaria Milano-Bergamo all’altezza di Piotello ha riaperto il dibattito sulla sicurezza dei treni italiani. A causa del disastro ferroviario di oggi sono morte 3 persone ed altre cento sono rimaste ferite tra le quale 10 sono in gravi condizioni ed è logico interrogarsi sulle cause di un simile incidente. La risposta a questo interrogativo potrebbe trovarsi, nel caso della tratta in questione, negli archivi degli incidenti ferroviari, basta andare indietro di poco tempo (6 mesi circa) per scoprire che quest’estate, nello stesso punto in cui si è verificato l’incidente di oggi, un altro treno della Trenord è deragliato.

Il 23 luglio scorso un treno diretto da Milano a Bergamo è uscito dai binari, in quella occasione la notizia non ha avuto lo stesso risalto, poiché, per fortuna, nessuno dei 200 passeggeri è rimasto ucciso. Pare, secondo quanto riportato da ‘Liberoquotidiano‘, che la Rfi avesse spiegato le ragioni dell’incidente sostenendo che il deragliamento era stato causato dalla vettura semipilota ( ovvero riservata al macchinista e ad alcuni passeggeri). Ma se il primo caso potrebbe essere archiviato come un errore umano, o un incidente casuale, il secondo episodio nel giro di 6 mesi dimostra che la linea o le vetture non sono sicure e che non è stata prestata sufficiente attenzione da chi di dovere per evitare che si ripetesse un incidente.