Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

L’auto che si guida da sola è un pericolo: terribile schianto contro camion di pompieri

CONDIVIDI

Gli anni duemila, qualche decennio fa, potevano essere considerati come la frontiera del futuro: come minimo, ci saremmo aspettati (se non vere e proprie odissee nello spazio) di vedere nelle nostre strade – o nei nostri cieli, sarebbe meglio dire – copiose macchine volanti.

Ma siamo giunti nel 2018 e, al massimo, nelle nostre strade, possiamo vedere orde di persone con i propri occhi sugli smartphone (il massimo ritrovato della tecnologia: dei computerini che stanno sul palmo della mano e ci rendono idioti nonostante il prefisso smart) ma nessuna macchina volante.

Nonostante ciò, c’è ancora qualcuno che spera di poter portare il futuro fra di noi: parliamo di Elon Musk, imprenditore e inventore sudafricano naturalizzato statunitense, cofondatore (tra le altre cose) di Tesla Motors. La Tesla, oltre a concentrarsi sullo sviluppo di macchine elettriche, vuole sviluppare e diffondere modelli di automobili automatiche: automobili che, in buona parte, non necessitano di un conducente (l’utente potrà quindi farsi trasportare dalla macchina stessa, magari guardando un film. Un’occasione in più per perdere il contatto con la realtà).

Ad oggi, però, siamo distanti dalla possibilità di mettere in commercio veicoli di tal fatta: nel 2016, infatti, una di queste automobili aveva causato la morte del passeggero (dopo uno schianto con un camion), è notizia di quest’oggi (rilanciata da Dagospia) lo schianto di una Model S contro un camion dei Vigili del fuoco fermo nella corsia di emergenza.

Fortunatamente l’impatto (avvenuto nella cittadina californiana di Culver City) non ha causato vittime. Ma, evidentemente, il futuro è ancora lontano.