Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Fiume di sangue, un inquietante fenomeno che desta preoccupazione

Fiume di sangue, un inquietante fenomeno che desta preoccupazione

C’è molta preoccupazione tra gli abitanti di Tyumen (Siberia) dopo che il fiume locale Molchanka ha mutato il colore delle sue acque in un rosso torbido simile al colore del sangue per un’intera settimana. Il timore infatti è che a causare il cambiamento del colore siano stati gli scarichi industriali nel corso fluviale e che i cittadini rischino l’intossicazione o peggio nel bere l’acqua che arriva nelle loro tubature. Ad acuire il sospetto dei cittadini c’è il ritardo dei risultati sui campioni prelevati dal dipartimento dell’ambiente del governo russo.

L’ansia dei cittadini è in continuo aumento, sono in molti quelli che pensano che si possa trattare dell’effetto collaterale degli scarichi abusivi di sostanze chimiche e temono per la loro salute, uno dei residenti ha dichiarato al ‘Siberian Times‘: “Potrebbe essere un problema molto serio”, mentre una donna ha spiegato come il problema persista da una settimana: “Il fiume Molchanka è diventato rosso-arancione una settimana fa. Il colore inusuale si nota meglio nella zona di raccordo tra il Mochanka e il Novotarmansky”.

Interrogato sul preoccupante cambiamento delle acque, il responsabile della risorse idriche e dell’ambiente della regione, Alexander Rein ha dichiarato: “Stiamo ancora cercando di rintracciare l’origine della contaminazione. Autorità statali e regionali stanno controllando se questa può essere stata causata dallo scarico di un’industria. Dei campioni di acqua sono stati prelevati dall’area contaminata e stiamo lavorando al fine di venirne a capo nelle prossime 24 ore”.

Nulla a che vedere dunque con quanto succede nel ghiacciaio Taylor, dal quale in determinati periodi sgorga un liquido di colore rosso che è dovuto alla presenza di un lago sotterraneo rimasto intrappolato sotto il ghiacciaio dopo il periodo della glaciazione.

F.S.