Home Tempi Postmoderni Scienze

“I poli magnetici stanno per invertirsi”. Le conseguenze potrebbero essere gravi

0
CONDIVIDI

Una scoperta che potrebbe stuzzicare tutti coloro che sono in attesa del cosiddetto “giorno del giudizio”.

Stando a quanto sostenuto dagli scienziati, infatti, ci sarebbero segnali chiari che evidenzierebbero la possibilità che i poli magnetici della Terra possano subire un “ribaltamento”: sarebbe la prima volta in 786.000 anni, e potrebbe avere effetti drastici sul nostro “mondo elettronico”.

Daniel Baker, direttore del Laboratorio per l’atmosfera e lo spazio dell’Università del Colorado, Boulder, dice che i primi segni sono già qui, e l’avvenimento potrebbe rendere alcune aree del nostro pianeta praticamente “inabitabili”. Il nostro pianeta si è indebolito del 15% negli ultimi 200 anni, il che potrebbe essere un segnale di allarme precoce. Se i poli si capovolgono, le bussole punteranno verso sud (anche se difficilmente avverrà a breve…).

Gli scienziati stanno usando i satelliti per analizzare i cambiamenti nel campo magnetico terrestre, e hanno notato che il polo magnetico nordico è “turbolento e imprevedibile”. Tuttavia, prima che possa accadere qualcosa di concreto, dovranno passare almeno 2.000 anni. Insomma, avremo tutto il tempo di prepararci. La NASA ha già gettato acqua sul fuoco: “L’inversione dei poli magnetici è un evento comune che avviene periodicamente nell’arco di millenni”, fanno sapere gli scienziati, che sottolineano anche come le condizioni che causano inversioni di polarità non siano del tutto prevedibili.