Home Lifestyle Salute

Clamoroso: il Caffè potrebbe essere venduto con l’avviso ‘Può provocare il cancro’

0
CONDIVIDI
caffè e cancro
caffè e cancro

I possibili rischi collegati al consumo di caffè tornano sul ‘bancone’ degli imputati. Con una notizia che ha del clamoroso e che ha rapidamente fatto il giro del mondo: in California potrebbe presto essere posizionato sulle tazze di caffè, l’avviso “nuoce gravemente alla salute”; proprio come accade sui pacchetti di sigarette dunque, le principali catene come 7/11 o Starbucks aperte nello stato americano, potrebbero ben presto doversi adeguare ad una decisione che fa seguito ad una specifica sentenza; in tribunale il giudice ha infatti dato ragione alla Council for Education and Reserarch on Toxics, una no profit a stelle e strisce secondo la quale i consumatori dovrebbero essere allertati dei rischi collegati al consumo di caffè ed in particolare alla sua potenziale canceroogenicità. La sostanza responsabile sarebbe l’acrillamide, che viene a crearsi durante il processo di tostatura dei chicchi e che renderebbe la bevanda potenzialmente nociva.

 

Anche se ad oggi non sono stati ancora dimostrati effetti cancerogeni sull’uomo, una serie di studi ha evidenziato come sui roditori questa sostanza sia collegata con lo sviluppo di alcune tipologie di tumori. “L’acrilammide”, sostiene però il sito web del National Cancer Institute (NCI) sarebbe “ragionevolmente considerabile cancerogeno per l’uomo”, parole pubblicate nella relazione del National Toxicology Program sugli agenti cancerogeni. Nonostante una fitta serie di polemiche da parte dei rivenditori di caffè, la sentenza rischia di renderne la distribuzione in California decisamente problematica. Anche se in molti ricordano che, al contrario, inserire il caffè in una corretta dieta alimentare permetterebbe di allontanare lo spettro di patologie croniche come il diabete.

Daniele Orlandi