Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Il papà di Marco, morto nella Grenfell Tower di Londra: «Ecco il suo ultimo straziante messaggio, di 8 secondi»

CONDIVIDI

Giannino Gottardi, padre di Marco, il ragazzo morto nel rogo della Grenfell Tower di Londra il 14 giugno 2017, racconta in un’intervista rilasciata al ‘Corriere della Sera‘ dell’ultimo messaggio mandato dal figlio e di come stia ancora attraversando la fase di lutto insieme alla moglie.

Nello studio d’ingegneria a San Donà di Piave guadagnava 400 euro al mese. Voleva dimostrare di riuscire a farcela da solo. A Londra lui e Gloria potevano permettersi di pagare l’affitto al 23° piano, l’ultimo, della Grenfell tower. Un appartamento nuovo di zecca, con una vista stupenda. Mia moglie e io andammo a trovarli dal 21 al 24 aprile. Fu l’ultima volta che vedemmo nostro figlio vivo“.

Parlando del rapporto con Gloria Trevisan, la ragazza di Marco morta insieme a lui durante l’incendio, papà Giannino ricorda che a sua moglie le disse che avevano intenzione di sposarsi e fare dei nipotini.

Alle 3.45 la mamma di Gloria informò mia moglie dell’incendio scoppiato nella Grenfell tower. Marco non ci aveva chiamato per non impensierirci. Lo cercai subito sul cellulare. Le comunicazioni s’interrompevano spesso. L’ultima risale alle 4.10. Un messaggio registrato da Marco nella segreteria del mio cellulare“.

Papà Giannino scoppia in lacrime quando gli viene chiesto il contenuto del messaggio.

Non l’ho mai riferito a nessuno. È un saluto di otto secondi: «Non riesco a capire perché cade in continuazione la linea. Vi voglio bene. A tutti e due, te e la mamma».

Sapeva di dover morire, ma temeva di spaventarci. Mi scostai perché mia moglie non udisse il messaggio. Daniela si accasciò sul divano. Pregò tanto, ma fu inutile. Continuai a formare il numero per un’altra mezz’ora. Dava libero. Però Marco non rispondeva più. Smisi di chiamare.

Mario Barba