Home Tempi Postmoderni Curiosità

Cosa succederebbe sulla Terra se l’uomo sparisse di colpo? Lo scenario è inquietante

CONDIVIDI

Avete mai pensato a come potrebbe essere il pianeta Terra se tutto ad un tratto l’uomo scomparisse? Probabilmente questa eventualità farebbe la gioia di tutti gli amanti della natura e degli animali, convinti che l’essere umano sia capace soltanto di deturpare e rovinare l’ambiente.

Tuttavia, secondo quanto sostenuto da Dagospia, le cose precipiterebbero velocemente. Già nelle prime 24 ore si verificherebbero alcuni problemi, perchè la mancanza di corrente elettrica farebbe spegnere tutte le luci; inoltre sui pannelli solari si depositerebbe subito una grande quantità di polvere.

Nel giro di un mese ci sarebbero alcuni disastri nucleari comparabili a quelli avvenuti a Fukushima e Chernobyl per via dell’evaporazione dell’acqua di raffreddamento degli impianti nucleari. Dopo un anno tutti i satelliti comincerebbero a precipitare, mentre dopo circa 25 anni quasi tutto risulterebbe ricoperto dalla vegetazione o dalla sabbia.

Dopo tre secoli si verificherebbero i crolli dei palazzi in tutte le zone del mondo, per via dell’erosione. Nel giro di 10.000 anni, l’unica testimonianza del passaggio dell’uomo sulla Terra sarebbe rappresentata dalle costruzioni in pietra, come la Grande Muraglia cinese o le piramidi d’Egitto.

Un scenario davvero apocalittico, ma che non sembra destinato a verificarsi nel breve termine. Salvo catastrofi improvvise, la vita sulla Terra potrebbe durare ancora per circa 500 milioni di anni.