Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Gomorra, condannato un manager della produzione: “Hanno pagato un boss…”.

CONDIVIDI

Il location manager di Gomorra, la serie televisiva tratta dal romanzo di Roberto Saviano, è stato condannato per aver pagato il pizzo ad una famiglia mafiosa di Torre Annunziata, provincia di Napoli, per girare alcune scene della serie nella casa sfarzosa di questi ultimi. Il giudice monocratico di Torre Annunziata, Gabriella Ambrosino, ha ritenuto che il location manager avesse pagato alla famiglia una somma di denaro per poter ottenere il via libera e girare alcune scene nella casa dei mafiosi.

Così il location manager Gennaro Aquino è stato condannato a sei mesi di reclusione per favoreggiamento personale, pena sospesa. Invece è stato assolto il responsabile di produzione Gianluca Arcopinto.
Secondo il giudice, Gennaro Aquino è la persona che (per conto della produzione) ha dato la busta che conteneva 6mila euro alla famiglia Gallo per poter girare nella villa.
Aquino, difeso dal penalista Domenico Ciruzzi, ha denunciato: “Tutti sapevano”.

Non so chi mise i soldi in quella busta. Però Raffaele Gallo aveva minacciato di non farci entrare più in casa a girare, io avevo paura perché gli avevo dato la “mano di parola” e in certi ambienti è pericoloso non rispettare gli accordi. Ricordo anche che mancavano mille euro, così li prelevai dal mio conto e glieli consegnai. Poi Cattleya me li ha rimborsati” ha sostenuto Aquino.

R.M.