Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Padre padrone dà la figlia 13enne in sposa per 15mila euro, i...

Padre padrone dà la figlia 13enne in sposa per 15mila euro, i terribili dettagli dell’accordo

padre da figlia in sposa
padre da figlia in sposa

Promessa in sposa dal padre a soli 13 anni. Sono scioccanti i dettagli di una vicenda recentemente venuta alla luce nella città di Firenze dove un 50enne di origine serba avrebbe segregato la figlia tredicenne, per poi contrattarne le nozze con uno sconosciuto per la somma di 15.000 euro. Per questo nei mesi scorsi sono scattate le manette per il padre padrone, chiuso in carcere senza, almeno per ora, alcuna possibilità di uscita.

 

E’ stato infatti respinto, da parte del tribunale del riesame di Firenze, l’appello presentato dai suoi legali che si sono opposti al rigetto, da parte del gip del capoluogo toscano, dell’istanza di revoca della custodia cautelare in carcere. Elisabetta Pioli, che ha presieduto l’udienza del tribunale del riesame ha dunque reagito con severità nei confronti del serbo colpevole di aver tentato di vendere la figlia per darla in sposa a soli tredici anni. Il caso è venuto allla luce grazie ad un messaggio di aiuto mandato dalla ragazzina stessa ad un coetaneo, dopo essere riuscita ad accedere, grazie ad una connessione wi-fi, alla chat di un gioco per smartphone.

 

Immediatamente sono scattate le indagini: la vicenda risale a quattro anni fa e nel corso delle indagini coordinate dalla pm della Dda di Firenze Angela Pietroiusti, sono emersi numerosi dettagli. Sembra infatti che il 50enne volesse dare in sposa la figlia ad un connazionale residente in Francia insieme alla famiglia. Tra i due vi era un vero e proprio accordo: dei 15mila euro previsti, 4mila vennero versati all’arrivo della famiglia dello sposo in Italia. La ragazzina, stando a quanto stabilito dai due, avrebbe dovuto mantenere la verginità fino al giorno delle nozze, ma anche fare le faccende domestiche e dimagrire. Anche se in quel periodo le è stato concesso di uscire di casa solo raramente e sempre insieme ad un adulto, la tredicenne è riuscita, grazie alla tecnologia, a denunciare quanto le stava accadendo. Mettendo fine ad un vero e proprio incubo.

Daniele Orlandi