Home Televisione

“Mi ha prestato 100 milioni, non li ho mai restituiti”. Baldini confessa tutto

CONDIVIDI

È un fiume in piena il Marco Baldini che si è presentato al cospetto di Peter Gomez. L’ex conduttore radiofonico, caduto in disgrazia a causa dei gravi debiti di gioco che lo hanno ridotto a vivere in condizioni precarie, si è confessato nel salotto del programma televisivo “La confessione” (in onda su Nove). Non è la prima volta che Baldini racconta in televisione il suo passato travagliato e molte volte è stato ospitato anche da Barbara D’Urso.

Nell’intervista-confessione che Marco Baldini ha rilasciato, oltre ad aver ammesso di aver ricevuto in prestito da Linus ben 100 milioni di lire (mai restituiti al mittente, si è parlato del rapporto da lui intrattenuto  con Carlo Zacco, figlio del boss “Nino il bello”. Di lui Baldini ha parlato come di un amico vero, affermando di aver ricevuto una grossa mano senza subire estorsione.

Peter Gomez lo ha incalzato puntando il dito sul suo rapporto con lo showman Fiorello, al quale Baldini è stato a lungo legato da un profondo sodalizio lavorativo (tanto che si parlava di loro come due e di Marco Baldini come spalla di Fiorello).

Alla domanda indiretta precisa fatta da Gomez (“Nelle intercettazioni, lei ha detto che Fiorello è un figlio di puttana, e che faceva i soldi mentre quelli intorno a lui prendevano le briciole”), Marco Baldini ha ammesso di avere esagerato a causa della sua condizione di quel momento: “Sì, ma in quel periodo avrei potuto dire anche che il Papa si veste di verde”.

Baldini, che nella sua carriera ha guadagnato più di 10 milioni di euro ma che a causa della sua malattia per il gioco ha praticamente vissuto come se non avesse mai avuto nulla, ha detto anche di aver pensato al suicido. Ed alla domanda precisa di Gomez, e cioè se continui o meno a giocare, l’uomo ha risposto sinceramente che “Sarei ipocrita a dire che ho smesso totalmente”.

(Foto d’archivio)

Maria Mento