Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Emma Bonino fa un comizio in Chiesa: scoppiano le polemiche dei pro life contro la donna

0
CONDIVIDI

Emma Bonino

Emma Bonino si è resa protagonista di un comizio in Chiesa che non è stato gradito appieno. La radicale, in giro per l’Italia per portare avanti la campagna elettorale, ha fatto scalo a Napoli e qui ha incontrato i suoi sostenitori in Chiesa. L’incontro si è tenuto presso l’Ipogeo della Basilica dell’Incoronata Madre del Buon Consiglio a Capodimonte. Paolo Siani e Marco Rossi Doria, due candidati del Partito Democratico che sono in lista a Napoli, hanno affiancato la Bonino per l’occasione.

Emma Bonino, che da tempo lotta contro un cancro, è famosa per le sue battaglie “umanitarie”, ad esempio contro la pena di morte e contro le violenze sulle donne nel mondo (si è schierata contro il fenomeno della mutilazione dei genitali femminili). La politica si è mobilitata anche contro l’aborto. Proprio il comportamento della Bonino, giudicato non in linea con quanto fatto finora, ha scatenato la polemica dei pro life.

Per condannare il comportamento della Bonino, da molto giudicato opportunista e preparato con il preciso scopo di calamitare più voti, il gruppo dei pro life ha inviato una lettera di protesta al Cardinale partenopeo Crescenzio Sepe. La lettera è stata pubblicata persino su Facebook.

“Apprendiamo come alla signora Emma Bonino sia stata addirittura concesso a scopi politici, l’ Ipogeo della Basilica dell’ Incoronata Madre del Buon Consiglio a Capodimonte, uno dei cuori pulsanti della fede partenopea. Proprio a lei che rivendica con orgoglio le sue decennali e purtroppo vittoriose battaglie in favore di divorzio, aborto, fecondazione artificiale e tenace sostenitrice della liberalizzazione delle droghe cosiddette leggere e della legalizzazione dell’ eutanasia, tutti istituti contrari al magistero e al catechismo della Chiesa Cattolica” è quanto si può leggere nella missiva contro Emma Bonino.

Maria Mento