Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Caso Pamela, Innocent si professa innocente e pensa alla figlia

CONDIVIDI

Innocent Oseghale, il nigeriano accusato dell’omicidio in collaborazione con gli altri due connazionali di Pamela Mastropietro, continua a professarsi innocente e a sostenere che la diciottenne romana è morta per overdose. In un primo momento questa ipotesi era stata presa in considerazione dal Gip di Macerata, il quale riteneva che fosse più probabile una morte di questo tipo piuttosto che un omicidio volontario. Le successive analisi sui resti del corpo di Pamela, però, hanno evidenziato ferite da coltello alla tempia ed al costato inferte prima che la ragazza morisse.

A rendere pubbliche le ennesime dichiarazioni di innocenza di Oseghale è stato l’avvocato difensore, al quale il presunto omicida avrebbe confessato anche di nutrire il desiderio di poter vedere e riabbracciare la figlia. Date le circostanze è improbabile che gli venga concesso di uscire dal carcere e difficilmente gli verrà concesso di vedere la figlia mentre si trova recluso: la bambina infatti è stata affidata da tempo ad un’altra famiglia. Sebbene, dunque, la compagna sia l’unica a credere alla sua innocenze e la testimonianza fornita ai Carabinieri sia stata fondamentale per dare una svolta alle indagini e rintracciare gli uomini che si trovavano nella casa di Oseghale la sera in cui Pamela e morta, il desiderio di Innocent potrebbe non avverarsi mai.