Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

La sua casa è distrutta dal terremoto, ma deve pagare migliaia di euro di luce e gas

CONDIVIDI

Una vicenda davvero kafkiana quella di Mario Davidde, 79enne di Castelsantangelo sul Nera, uno dei paesi in provincia di Macerata che sono andati completamente distrutti dal terremoto dell’agosto del 2016. 

La casa di Davide, come quella di tante altre persone, è ormai del tutto pericolante e quindi inabitabile: il giorno del terremoto Davide ha dovuto lasciare tutti i suoi affetti in quella casa inagibile, che potrebbe crollare alla minima scossa. Ogni tanto, racconta ai giornalisti di SkyTg24, torna nella sua casa per piangere e pensare che non la riavrà mai più. Ma il dramma di Davide è doppio: è uno sfollato rimasto senza casa, e deve pure pagare le bollette.

A Mario sono arrivati oltre 2mila euro da pagare di debiti in parte già prescritti. Come dice Tg5, si tratta di “807 euro per l’energia elettrica fino al 2017 e più di 1400 euro di gas. Si tratta di consumi presunti, calcolati fino fino al gennaio 2017, che Mario vorrebbe contestare”.
Il pensionato ora si è rivolto alla ConfConsumatori ed ha anche un avvocato, e sta cercando di far valere la prescrizione del conguaglio di consumi: ma ci sono anche consumi presunti che vanno fino a gennaio del 2017, ben cinque mesi dopo il terremoto, quando ormai la casa era inabitata da tempo. La stessa cosa vale per il gas: battersi contro la macchina della burocrazia può essere molto dura.

R.M.