Rifugiato siriano porta in Germania entrambe le mogli: “Grazie mamma Merkel”

CONDIVIDI

Un documentario su un rifugiato siriano in Germania, che vive felicemente di sussidi statali con le sue due mogli e sei figli, ha fatto arrabbiare molti nel paese in cui la poligamia è contro la legge.

Il film della Spiegel TV è andato in onda lo scorso fine settimana, raccontando la storia del 32enne Ahmad A., fuggito dai combattimenti di Aleppo in Siria nel 2015 con la sua numerosa famiglia. Ahmad ha trovato un rifugio sicuro nello Schleswig-Holstein, nel nord della Germania.

L’uomo vive in una casa a due piani fornita dalla comunità con due mogli e sei figli. Nonostante la poligamia sia illegale in Germania, ad Ahmad è stato permesso di portare la sua seconda moglie nel paese, dato che lei è la madre di quattro dei suoi figli.

Le autorità non si sono fatte problemi del fatto che il siriano avesse sposato la sua seconda moglie, Lina, quando aveva solo 13 anni, al di sotto dell’età della Germania. La sua prima moglie, Betool, aveva 14 anni al momento del matrimonio.

Ahmad ha anche una terza moglie in Siria, ma ha detto scherzando ai giornalisti di Spiegel che a quel punto gli sarebbe servita una casa più grande.

“C’è supporto qui. Ci danno benefici sociali, ci danno questa casa “, ha detto Ahmad, aggiungendo che la Germania era la sua destinazione desiderata quando ha lasciato il suo paese devastato dalla guerra.

“Ti ringrazio molto, molto, molto, mamma Merkel. Lei è l’unica persona che ha sentito la sofferenza dei siriani. Ringrazio anche i tedeschi, anche se tra loro ci sono razzisti. Ma i tedeschi hanno vissuto la guerra e mostrano grande compassione per i siriani “, ha aggiunto Ahmad.