Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica “Prima gli italiani”. Ma dove sono gli italiani? Gaffe propagandistica di Salvini

“Prima gli italiani”. Ma dove sono gli italiani? Gaffe propagandistica di Salvini

matteo salvini manifesto
matteo salvini manifesto

La campagna elettorale del leader della Lega Matteo Salvini è costruita attorno allo slogan ‘Prima gli italiani’. Il partito è radicalmente mutato rispetto al periodo del ‘Roma Ladrona’ e ‘Prima il nord’ di Umberto Bossi, puntando all’elettorato dell’intera penisola, purchè italiano; ma a quanto pare alle parole non corrisponderebbero i fatti. A quanto pare i manifesti utilizzati dalla Lega nel corso della campagna elettorale delle ultime settimane, non solo verrebbero affissi da immigrati ma mostrerebbero, accanto allo slogan ‘Prima gli italiani’, volti di persone straniere. Le persone raffigurate sarebbero infatti modelli stranieri di agenzie altrettanto straniere che vendono le immagini a pacchetti e che i responsabili della campagna di comunicazione del Carroccio avrebbero acquistato per comporre i manifesti nei quali si annuncia la grande manifestazione della Lega dedicata agli italiani. Per fare un esempio, il manifesto nel quale, accanto a Salvini, compare una donna che tiene in braccio una bambina bionda è una modella ceca che lavora per l’agenzia Citalliance, sul cui sito è possibile reperire molte altre immagini simili; peraltro la madre ha addirittura in testa il colbacco, raramente utilizzato dagli italiani tanto che risulta quanto meno paradossale vederlo presente in un manifesto leghista.

 

Un secondo manifesto, sempre dedicato alla manifestazione in programma in piazza Duomo, raffigura un padre ed un figlio sorridenti tra le guglie del Duomo, mentre indicano il logo-slogan ‘Prima gli italiani’. Ma anche in questo caso, i due protagonisti non sono italiani ma slovacchi e lo scatto originale, paarte di un set chiamato ‘Vacanze in Italia’ è opera di Soloviova Liudmyla, una fotografa slovacca; andando a guardare le altre immagini del set è possibile ritrovare adulto e bambino in vacanza a Venezia o intenti a visitare un antico borgo italiano. Insomma una grossa gaffe del leader del centrodestra che, ‘su carta’, sembra puntare ben poco sugli italiani.

Daniele Orlandi