Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

38 giorni senza andare in bagno: l’assurda vicenda del corriere di droga che tiene banco oltremanica

CONDIVIDI

Lamarr Chambers non va in bagno da 38 giorni per non essere arrestato

Gran Bretagna. Arriva da oltremanica l’assurda storia di un presunto corriere della droga che- braccato e fermato dagli inquirenti- non va in bagno da ben 38 giorni per non espellere il prezioso carico. Tutto ha avuto inizio il 17 gennaio, quando Lamarr Chambers, sospettato di 24 anni, è stato arrestato dalla Polizia dell’Essex. In precedenza l’uomo aveva ingerito della droga ed il suo avvocato ha dichiarato che l’uomo preferirebbe morire piuttosto che evacuare.

Lo strano sciopero di Lamarr Chambers è sicuramente da record nel suo genere. Venerdì il sospettato si è presentato davanti al Tribunale. Per lui è stato richiesto che la custodia continui fino a lunedì: visto l’inaspettato sciopero delle feci, la polizia si è vista costretta a chiedere più tempo per acquisire le prove necessarie e la richiesta è stata accolta. L’avvocato di Chambers, Andrew Horsall, si era opposto affermando che il suo cliente rischia la vita e che, in un modo o nell’altro, giustizia verrà fatta.

La vicenda sta letteralmente ossessionando i tabloid inglesi. Alcune testate ne parlano quotidianamente e addirittura aggiornano i lettori con una sorta di calendario schematico in cui si racconta, giorno per giorno, cosa stia facendo il corriere pur di non evacuare e di non farsi incriminare definitivamente, con tanto di report su cos’ abbia mangiato o meno. Il racconto era partito su Twitter con l’ashtag #PooWatch lanciato dalla stessa polizia dell’Essex, ma si è interrotto dopo 24 giorni. La polizia ha dichiarato che darà nuovamente notizie delle cosa quando il detenuto avrà portato a termine il suo compito.

Maria Mento