Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Massacrato dal Centro Sociale? Il figlio lo frequentava

CONDIVIDI

Erik, il figlio di Massimo Ursino, l’esponente di ‘Forza Nuova‘ aggredito a Palermo la settimana scorsa, fa parte del centro sociale accusato dell’aggressione del padre.

Da qualche giorno circolava in rete una foto in cui si vedeva un ragazzo simile a Erik con il braccio attorno al collo di Carlo Mancuso, uno dei due ragazzi fermati per l’aggressione, così, Giorgio Martinico, portavoce dei centri sociali, ha voluto chiarire l’intera vicenda: “In questi giorni in molti ci hanno chiesto chiarimenti in merito. In quella foto eravamo nella sede di Anomalia e stavamo organizzando delle serate in maniera molto tranquilla.”

Erik è venuto più di una volta al centro; ha partecipato a nostre manifestazioni e serate. Questo conferma tutta l’ipocrisia che c’è dietro questa vicenda e alla cattiva immagine che è stata dipinta di chi frequenta i centri sociali. Noi lo abbiamo accolto nonostante la genitorialità discutibile. Ognuno è giusto che venga valutato per le sue idee e non per quelle dei padri.

Visto però che in tanti, anche di Forza Nuova, in tutta Italia dicono che noi siamo solo dei drogati violenti forse non sapevano che in quel momento lo stavano dicendo anche al figlio del loro capo e forse adesso dovranno rivedere qualche valutazione a riguardo.”

Interrogato sull’aggressione avvenuta a Palermo, in via Dante, risponde: “Per quattro giorni si è fatta una spettacolarizzazione di un fatto che se fosse stato raccontato per quello che era fin dall’inizio non avrebbe scatenato tutto quello che ha scatenato. Ci voleva un giudice, paradossalmente, prima di giornalisti e opinionisti, per dire che ci trovavamo di fronte non a un pestaggio ma a un atto di umiliazione pubblica. Se uno vuole fare del male a una persona non lo fa certo in via Dante, in pieno giorno, con dei rotoli di scotch e soprattutto facendo un video“.

Mario Barba