Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Operaio rimane schiacciato da mezzo meccanico: il collega finisce a processo

CONDIVIDI

Gran Bretagna. Due anni fa, nell’agosto del 2016, un operaio è rimasto vittima di un incidente sul lavoro. L’uomo è rimasto schiacciato da un macchinario dotato di un braccio meccanico. Il collega alla guida del mezzo, nel fare una retromarcia, ha colpito il collega che si trovava insieme ad un altro vicino all’uscita del capannone dalla quale il mezzo era venuto fuori poco prima. Quell’incidente, avvenuto nella zona sud-ovest di Londra, ha avuto delle conseguenze anche dal punto di vista legale.

Il terribile momento è stato ripreso dalle telecamere presenti sul luogo di lavoro. Il video dura circa un minuto e mostra il mezzo meccanico che esce da un capannone, si posiziona e poi si muove tornando indietro e colpendo uno dei due uomini fermi all’uscita della struttura. Dopo, tutti i colleghi si accorgono di quanto accaduto e corrono in soccorso del collega ferito.

Daividas Rupeika, colui che guidava l’escavatore, è stato riconosciuto colpevole dal Tribunale per non aver prestato le attenzioni necessarie nei confronti del collega ferito e di tutti gli altri. In parole povere, il Tribunale ha riconosciuto una negligenza sul lavoro da parte del lavoratore che non ha messo in atto le dovute precauzioni nel caso dell’uso di un’escavatrice. La condanna comminata ammontava a sei mesi ed è stata sospesa per due anni. Rupeika è stato condannato, inoltre,  a pagare una somma di 500 sterline e a compiere 40 ore di lavoro non retribuito.

Maria Mento