Cisterna di Latina: i drammatici messaggi di Antonietta all’amica prima della strage

0
CONDIVIDI

“Volevo una vita migliore per le mie figlie, un padre migliore e questo mi ritrovo”. Sono questi i terribili messaggi vocali che Antonietta Gargiulo, ancora ricoverata nel nosocomio della capitale,  dopo che il coniuge omicida suicida, Luigi Capasso l’ha ferita a colpi arma da fuoco  prima di ammazzare Alessia e Martina e suicidarsi, aveva inviato a un’amica. “Dice che viene a prendere il caffè e parcheggia di traverso con l’auto di fronte al portone: non viene a prendere il caffè, è un atto intimidatorio”. Gli audio, sono stati trasmessi dalla trasmissione quarto grado.