Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Sfigurata con l’acido, l’aggressore della star televisiva potrebbe uscire presto dal carcere,...

Sfigurata con l’acido, l’aggressore della star televisiva potrebbe uscire presto dal carcere, ‘Dio mi protegga’

sfigurata con l acido
sfigurata con l acido

Dio mi protegga. Parole ‘pronunciate’ via social da Katie Piper, la modella inglese sfigurata con l’acido per ordine dell’ex fidanzato David Lynch il quale le fece sfigurare il volto dopo averla picchiata e violentata. Un episodio che l’ha segnata profondamente: le ustioni di terzo grado sul volto ma anche su mani, collo, braccia e petto l’hanno costretta a sottoporsi a ben 110 operazioni e Katie è rimasta, a causa di quel terribile attacco, anche cieca da un occhio. Sopravvissuta e con il corpo ed il volto coperti di cicatrici, nel 2015 la giovane è tornata a sorridere e ha anche deciso di raccontare la sua storia in un’autobiografia e dar vita ad una fondazione per sostenere chi è stato sfigurato.

 

Ma non solo: la Piper ha lanciato una linea di make-up per la copertura delle cicatrici e ha condotto uno show televisivo intitolato ‘Bodyshockers’ dedicato a coloro che trasformano il loro corpo con le operazioni chirurgiche ma anche coprendosi di piercing o tatuaggi. Il suo periodo sereno però potrebbe aver vita breve: è notizia di questi giorni che Stefan Sylvestre, il giovane ‘assoldato’ dall’ex fidanzato della Piper, in carcere dal 2009 per l’attacco con acido solforico, potrebbe uscire di prigione nell’arco di poche settimane. Per questo Katie si è rivolta ad Instagram, postando un messaggio dal quale trapelano tutte le sue paure: Sylvestre ha presentato una richiesta di uscita sulla parola allo scopo di convincere il consiglio di amministrazione che non rappresenterebbe più un pericolo. Katie ha dunque deciso di rivolgersi a Dio, ma anche ai tanti utenti che la seguono sui social, con un messaggio emotivo nel quale ha chiesto la protezione divina. L’ex fidanzato è stato condannato all’ergastolo e sta scontando la sua pena.

Daniele Orlandi