Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Biagio Izzo, grana legale: chiesti i domiciliari per l’attore partenopeo

0
CONDIVIDI

Biagio Izzo

Biagio Izzo, famoso attore italiano di origini napoletane, è finito sotto inchiesta per alcune vendite di beni mobili che avrebbe realizzato. Sulla questione, che riguarda nello specifico la vendita di una moto, di un’auto e di diversi mobili, sta indagando la Guardia di Finanza. La cosa sarebbe abbastanza seria, dal momento che per lui sono stati richiesti gli arresti domiciliari.

Nel mirino della Guardia di Finanza ci sono alcune vendite che l’attore e comico avrebbe realizzato all’asta. Secondo quanto stabilito dall’accusa, Izzo avrebbe cercato di tornare in possesso di alcuni beni che gli erano stati confiscati da Equitalia. Due funzionari della stessa agenzia di riscossione tasse si sarebbero, in seguito, mobilitati per far riavere a Izzo i beni requisiti. La linea dei legali di Izzo è chiara e prevede un coinvolgimento indiretto dell’attore che sarebbe soltanto stato tirato in ballo da altre persone sulle quali insiste l’inchiesta.

Questo è parte di quanto dichiarato dagli avvocati di Biagio Izzo: “Nessun arresto e nessuna responsabilità dell’attore, nell’indagine si chiarirà tutto. In realtà Biagio Izzo, come già riconosciuto dal giudice nelle indagini preliminari è totalmente estraneo a qualsiasi ipotesi di reato. L’attore infatti non compare in alcuna conversazione ed appare coinvolto nell’inchiesta solo indirettamente a causa di alcuni soggetti che parlano di lui e cercano di entrare nelle sue grazie per l’acquisto all’asta di due motorini pignorati per cui invece il contribuente aveva presentato regolare ricorso (…)”.

I domiciliari erano già stati chiesti da Valter Brunetti, Pubblico Ministero, ed erano stati respinti salvo poi tornare come possibile pena da applicare grazie alla Procura che ha impugnato il respingimento. La decisione sulle sorti future di Biagio Izzo verrà presa nella giornata del 23 marzo dal Tribunale del Riesame. Il reato che si configura è quello di turbativa d’asta.

Maria Mento