Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo #DefendAfrin: l’importanza di una cittadina che combatte la guerra con la pace

#DefendAfrin: l’importanza di una cittadina che combatte la guerra con la pace

Della guerra civile attualmente in corso in Siria sappiamo poco, o perlomeno non sappiamo tutto. Questo non solo a causa della poca rilevanza prestata dai media nei confronti di una guerra che non è così lontana da noi, sia geograficamente che concettualmente, ma anche, e soprattutto forse, alla mancanza di interesse nella ricerca di informazioni delle singole persone.

Se si nominasse la città di Afrin sarebbero in pochi quelli che saprebbero dire la sua attuale posizione geografica o il perché sia recentemente divenuta tristemente famosa.

La resistenza dell’intero distretto di Afrin contro l’assedio dell’esercito guidato da Erdogan, è sporcata dal sangue di oltre 300 civili innocenti uccisi e più di 700 tra feriti e dispersi fra le macerie di una città che affonda le sue radici nella guerra civile siriana e nella lotta per la liberazione del Kurdistan.

 

Nonostante il “cessate il fuoco” dichiarato dall’ONU il 25 Febbraio, i bombardamenti ad Afrin sono, invece, aumentati, con l’ausilio di armamenti all’avanguardia e armi chimiche, per una media di 70 raid aerei al giorno.

Il popolo di Afrin resiste da 50 giorni contro la minaccia turca e jihadista; non vuole vedere cadere la propria città in mano ai terroristi e non vuole diventare un popolo di rifugiati da essere smistato in Europa.

Afrin resiste, anche se nessuno ne parla.

Mario Barba