Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

“Sono troppo deboli per sopravvivere”. Filmate violenze atroci a dei maialini

CONDIVIDI

Alcuni lavoratori di una fabbrica tedesca sono stati filmati mentre praticavano violenze su alcuni maialini perché erano “troppo deboli per sopravvivere”.

Nella clip registrata dalla videocamera emergono almeno 15 episodi di abuso. Il filmato è stato registrato nell’arco di 24 ore nell’edificio “Schweinehochhaus” situato nella Sassonia-Anhalt.

Nel video, i maiali giovani ritenuti troppo malati o deboli per sopravvivere vengono brutalmente schiacciati contro il pavimento del mattatoio.

Altre clip altrettanto terribili mostrano i piccoli animali mentre vengono calciati, maltrattati, bastonati e pugnalati con oggetti appuntiti, mentre le madri vengono mostrate con gravi ferite. Molti dei maialini sembrano essere crollati per la stanchezza.

La macabra struttura in cemento – conosciuta come Schweinehochhaus, o Grattacielo del maiale – contiene fino a 3.000 scrofe, oltre ai loro maialini.

Alcuni attivisti per i diritti degli animali hanno introdotto di nascosto delle telecamere all’interno dell’edificio allo scopo di registrare le violenze perpetrare dai lavoratori. Sono state girate circa 500 ore di violenze e atroci abusi sugli animali.

Alcune delle sequenze registrate sono state condivise decine di migliaia di volte sul gruppo di protezione della fauna selvatica, “Deutsche Tierschutzbur”.

L’attivista Jan Peifer, 37 anni, ha dichiarato ai media tedeschi: “Non c’era assolutamente motivo da parte loro di prendere a calci i maiali, o di maltrattarli o picchiarli a morte”.