Home Spettacolo Musica

“La coca mi sta rovinando”: dopo Sanremo, l’appello di un Big

CONDIVIDI

Sono uscito dalla comunità 15 giorni fa“, sono queste le parole del rapper Clementino durante l’intervista rilasciata a Antonio Dikele Distefano, il quale aveva chiesto a Clementino e al suo amico e collega Ensi: “C’è stato un momento della vostra carriera così basso in cui avete pensato di mollare la musica?

E’ successo durante il secondo giorno del festival organizzato a Milano da ‘Cult City‘, “Storie Digitali“, diretto appunto da Dikele Distefano, che racconta le storie di successo nate dal web.

Proprio in questa cornice, Clementino, ha deciso di liberarsi da questo groppo: “È la prima volta che lo dico in pubblico, se non lo dico qui con voi ragazzi, dove?“, inizia così l’incredibile racconto del rapper di Avellino.

C’è stato un momento in cui sono stato sopraffatto da quella merda che è la cocaina. Sapete come funziona, sei un artista, prima te la offrono, poi te la compri e ad un certo punto non sei più tu. Io ero la Iena White ma non ero più Clemente.

Il giovane rapper si commuove quando racconta di non aver partecipato alla presentazione del suo disco perché era “strafatto in casa da tre giorni“.

E’ stato lo stesso Clementino, però, a chiamare una comunità di recupero dove disintossicarsi. “Quando hai un genitore che ti piange in faccia capisci che devi smettere. E così mi sono ritrovato a pulire i cessi in comunità. Con i ragazzi mi dicevano sei un grande, sei passato da fare Sanremo a pulire i cessi in un attimo”.

Adesso faccio un disco in cui voglio parlare di questa verità“.

Mario Barba