Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Protezione Civile: “A Pasqua una stazione spaziale cinese cadrà sull’Italia. Ecco dove e cosa fare” 

CONDIVIDI

Stazione Spaziale Cinese cade sull’Italia Allarme Protezione Civile
Stazione Spaziale Cinese cade sull’Italia, Allarme Protezione Civile

A Pasqua una stazione spaziale cinese cadrà sul territorio italiano. L’annuncio è stato fatto dalla Protezione Civile che ha anche diffuso un vademecum per gestire la questione.
La stazione spaziale cinese Tiangong 1 dovrebbe rientrare nell’atmosfera e potrebbe cadere proprio sul territorio nazionale.

Quando e dove la caduta in Italia

Il rientro dovrebbe avvenire fra il 28 marzo ed il 4 aprile secondo la Protezione Civile, e dovrebbe interessare le “Regioni a sud dell’Emilia-Romagna”.
Nel documento si legge che “La finestra temporale e le traiettorie di impatto al suolo potranno essere definite con maggiore precisione nelle 36 ore precedenti il rientro”.
Intanto è stato istituto a livello regionale un tavolo tecnico di lavoro per gestire l’emergenza.

Il vademecum della Protezione Civile: cosa fare e non fare

Intanto la Protezione Civile ha diffuso un Vademecum nel quale consiglia agli abitanti delle zone che potranno essere interessate dal rientro della stazione come comportarsi.
Citiamo testualmente dal documento della Protezione Civile:

  • è poco probabile che i frammenti causino il crollo di edifici, che pertanto sono da considerarsi più sicuri rispetto ai luoghi aperti. Si consiglia, comunque, di stare lontani dalle finestre e porte vetrate;
  • sono più sicuri i piani più bassi degli edifici;
  • all’interno degli edifici i posti strutturalmente più sicuri dove posizionarsi nel corso dell’eventuale impatto sono, per gli edifici in muratura, sotto le volte dei piani inferiori e nei vani delle porte inserite nei muri portanti (quelli più spessi), per gli edifici in cemento armato, in vicinanza delle colonne e, comunque, in vicinanza delle pareti;
  • Si consiglia a chiunque avvistasse un frammento, senza toccarlo e mantenendosi a un distanza di almeno 20 metri. 

La circolare della Protezione Civile completa è possibile leggerla QUI.

Non è la prima volta che una stazione spaziale cade sull’Italia.