Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Bonus Mamma 800 euro, la Corte d’Appello: “Va anche alle immigrate da...

Bonus Mamma 800 euro, la Corte d’Appello: “Va anche alle immigrate da poco in Italia” 

Bonus Mamma a tutte le straniere residenti

La Corte d’Appello di Milano ha deciso che il Bonus Mamme spetta anche alle straniere che siano da poco in Italia, purché regolarmente residenti.
In poche parole la Corte d’Appello ha respinto l’appello dell’INPS che si era appellato contro l’ordinanza del Tribunale la quale concedeva anche alle immigrate regolarmente residenti il contributo statale per ogni bambino nato in Italia.
Prima di questa decisione, le uniche donne straniere che potevano vantare questo diritto ed ottenere il bonus erano quelle che erano titolari di protezione internazionale.

Di fatto l’INPS chiarisce in una nota che comunque stava già pagando una tantum a tutte le straniere. “L’istituto sta già pagando da febbraio il premio alla nascita di 800 euro una tantum anche alle mamme straniere con qualsiasi permesso di soggiorno che hanno avuto un figlio ottemperando alle sentenze dei mesi scorsi che hanno dichiarato illegittima l’esclusione delle straniere senza permesso di lungo soggiorno”.

La decisione della Corte d’Appello

La decisione della Corte ha come corollario che il Bonus da 800 euro va anche alle donne straniere che non siano riconosciute come profughe, basta che siano regolarmente residenti.
L’INPS invece aveva bocciato la concessione del Bonus Mamme ad una donna che non aveva permesso di lungo soggiorno.
Ovviamente manca ancora la pronuncia definitiva – eventualmente, quella della Corte di Cassazione – per poter delineare quali siano i contorni di un fenomeno molto delicato. Infatti la decisione della Corte d’Appello comporta l’estensione del diritto ad un grande numero di donne straniere, non solo le mamme lungosoggiornanti o titolari di protezione internazionale, per l’INPS questo può fare la differenza.
Soprattutto in vista di quelle donne che pur avendo il diritto di riceverlo, non lo hanno ricevuto per mancanza di fondi.

R.M.