Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Il terrorista egiziano di Foggia insegnava ai bimbi islamici: “Sgozzate i miscredenti, bruciate le chiese” 

CONDIVIDI
Abdel Rahman Foggia
L’arresto di Abdel Rahman, indottrinava i bambini al terrorismo

Il terrorista egiziano ai bambini musulmani: “Dovete staccare la testa ai miscredenti” 

Abdel Rahman, il terrorista italo-egiziano arrestato a Foggia, approfittava del suo ruolo di “educatore” nell’associazione culturale islamica Al Dawa a Foggia per insegnare ai piccoli islamici l’ideologia del martirio e il concetto di guerra santa.

L’uomo è Abdel Rahman, italiano ma di origini egiziane e sposato con una donna italiana. 59 anni, viveva a Foggia dove presiedeva questa associazione culturale, nella quale tecnicamente si svolgevano lezioni di religione. In realtà Abdel Rahman indottrinava i bambini all’idea del martirio e della violenza, della guerra santa, dell’uccisione dei miscredenti.

10 alunni segnalati al Tribunale dei Minorenni 

Una decina di bambini che seguivano le lezioni dell’egiziano sono stati segnalati al Tribunale per i Minorenni “per verificare le loro condizioni psicologiche e avviare un percorso di acquisizione dell’equilibrio mentale”. L’uomo diceva loro che l’unico modo per poter guadagnare il paradiso era ottenere la morte in battaglia.

Ai bambini dai 4 ai 10 anni diceva: “Vi invito a combattere i miscredenti, con le vostre spade tagliate le loro teste, con le vostre cinture esplosive fate saltare in aria le loro teste. Occorre rompere i crani dei miscredenti e bere il loro sangue per ottenere la vittoria”.

Per mesi quelle lezioni sono state intercettate per essere sicuri che il 59enne fosse un estremista.
Ora Digos e Gico della Gdf, coordinata dai pm Antimafia Giuseppe Gatti e Lidia Giorgio, ha a disposizione tutto il materiale scolastico che l’uomo usava durante le sue “lezioni di religione”.

I video choc trovati a Abdel Rahman

Si trattano di video estremamente violenti: alcuni mostrano minorenni che vengono svegliati all’alba per fare irruzione, armati di pistola, nella casa di un “miscredente”.
Altri video mostrano bambini che sgozzano altre persone, teste staccate, e violenze disgustose.
Abdel Rahman diceva ai bambini che le feste dei cristiani, Natale e Carnevale, erano maledette.

Nella rete WhatsApp dell’uomo e su Facebook e Twitter, messaggi che parlano “dell’obbligo di distruggere le chiese e trasformarle in moschee, individuando l’Italia come obiettivo dell’attività terroristica” come spiegano gli inquirenti.
Per i pm c’è un chiaro “messaggio patologico e perverso indirizzato ai giovani”.

R.M.