Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Terribile incidente in A4: Sv rimane schiacciato tra due tir, muore una donna

CONDIVIDI

Uno schianto tremendo, che non ha lasciato scampo ad una donna. E’ accaduto sull’autostrada A4, nel tratto compreso tra i comuni di Arluno e Marcallo Mesero, ad ovest di Milano: l’incidente è stato provocato da un tir che ha improvvisamente rallentato per imboccare la superstrada Malpensa-Boffalora non valutando il fatto che un Suv Jaguar preso a noleggio stesse prendendo la medesima uscita, alle sue spalle ed innescando così un grave tamponamento a catena. Secondo quanto ricostruito dalla polizia stradale di Novara, che ha effettuato una fitta serie di rilievi per chiarire la dinamica dell’incidente, un secondo camion non si è accorto delle manovre in corso davanti a lui.

La dinamica del grave incidente

L’autista avrebbe sterzato, non accorgendosi che tir e suv stessero per svoltare: l’impatto è stato violentissimo e fatale. L’automobile è stata sbalzata via, scagliata contro il mezzo pesante davanti, schiacciata così tra i due camion. Tra le lamiere c’era Enrica B. una donna del 1962 di Lerici, ma nata a Torino, per la quale purtroppo non c’è stato nulla da fare; i sanitari giunti tempestivamente in loco non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. E’ stato invece soccorso il figlio 17enne della donna, che si trovava a bordo del veicolo, e che ha riportato ferite non gravi. Il ragazzo è stato portato in codice giallo all’Ospedale Niguarda e non sarebbe in pericolo di vita. Illesi invece i conducenti dei due autoarticolati: entrambe hanno rifiutato i soccorsi.

Code fino a 4 chilometri sull’A4

Il grave sinistro è avvenuto poco dopo le 9 del 29 marzo, ed inevitabilmente il traffico, a quell’ora ancora molto intenso, ne ha pesantemente risentito. Sul tratto autostradale in direzione Torino sono stati registrati forti rallentamenti, con code fino a quattro chilometri. Ci sono volute diverse ore per rimuovere le lamiere rimaste sull’asfalto ed i mezzi interessanti dal gravissimo incidente.

Daniele Orlandi