Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Addio a Winnie Mandela: morta la seconda moglie di Nelson Mandela

Addio a Winnie Mandela: morta la seconda moglie di Nelson Mandela

Winnie Mandela e Nelson Mandela

Sudafrica. Si è spenta oggi, 2 aprile 2018, Winnie Madikizela Mandela, nota alle cronache per essere stata la seconda moglie di Nelson Mandela ed un altro dei volti simbolo della lotta contro l’apartheid. La donna aveva 81 anni.

 

Winnie Mandela: una vita al fianco di Madiba

A dare l’annuncio del decesso dell’ex seconda moglie di Madiba è stato il suo assistente personale Zodwa Zwane. Winnie Mandela è stata per quasi 40 anni (dal 1958 al 1996) compagna di vita e seconda moglie del Premio Nobel Nelson Mandela. La loro unione (dalla quale sono nati due figli) è stata messa a dura prova dal regime carcerario a cui venne sottoposto l’ex Presidente del Sudafrica: Mandela trascorse 27 anni in prigione e venne liberato soltanto nel 1990. A quel punto, però- e già da due anni (1988)-, Mandela e Winnie avevano divorziato. I quasi tre decenni che Mandela trascorse dietro le sbarre segnarono il grande impegno di Winnie Mandela nella lotta contro l’apartheid, lotta che la vide assumere la guida dell’African National Congress (per la sezione femminile). Questo non dopo essere stata torturata ed imprigionata nel 1969: 18 mesi di carcere duro, in isolamento, con l’accusa di “terrorismo”.

Winnie Mandela, gli scandali ed i guai con la legge

La vita di Winnie Mandela non è stata segnata soltanto dall’impegno contro la segregazione razziale, di fatto sconfitta (almeno in teoria) nel 1991. L’esistenza della donna è stata anche costellata da piccoli scandali e da alcuni problemi con la legge. Nel 1991 venne condannata per il rapimento di Stompie Seipei (un attivista poi ucciso delle sue guardie del corpo) e nel 1998 fu ritenuta colpevole di crimini contro bambini, uomini e donne, commessi sia direttamente sia indirettamente. Nel 2003 la donna venne condannata perché riconosciuta colpevole per frode (43 capi d’accusa) e per aver rubato una cifra vicina agli 80mila euro. La condanna prevedeva cinque anni di carcere, che diventarono tre e mezzo con la condizionale. Winnie Mandela, nel corso della sua carriera, ha ricoperto anche diverse altre cariche, quali quelle di deputata e viceministro della Cultura.

Maria Mento