Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Pasquetta di sangue nel napoletano: ucraino ubriaco uccide 28enne. Il corpo della vittima tranciato in due

CONDIVIDI

Una tragedia in un giorno di festa. E’ quanto accaduto tra via Terracciano e via Alfa Romeo a Pomigliano d’Arco, in provincia di Napoli: una BMW e una Fiat Punto si sono scontrate frontalmente e lo schianto non ha lasciato scampo a uno dei giovani a bordo sulle due autovetture.

Sulla BMW – che viaggiava ad una velocità davvero alta per essere in pieno centro cittadino (140 km orari secondo quanto riportato da alcune fonti) – un uomo di origine ucraina in stato di abbrezza che avrebbe saltato uno stop, causando lo schianto mortale contro la Punto.

L’ucraino si trovava in stato di ebbrezza e in condizioni alterate per l’assunzione di sostanze stupefacenti. A fianco all’uomo, la moglie, fortunatamente uscisa illesa dallo scontro.

Un dettaglio tremendo è emerso a posteriori: gli organi di stampa in un primo momento riportavano di due morti sul colpo per il fatto che il corpo della povera vittima – di soli 28 anni – è stato trovato tranciato in due (coperto quindi da due teli diversi. Da qui la confusione sul numero di vittime).

Un secondo ragazzo a bordo della Punto è comunque rimasto gravemente ferito e rischia la vita, mentre un terzo è uscito miracolosamente dall’impatto (per lui solo qualche contusione e lievi ferite).

L’ucraino che ha causato la tragedia dovrà rispondere dell’accusa di omicidio stradale, reato inserito nell’ordinamento giuridico italiano nell’anno 2016 e che prevede da un anno a tre anni per lesioni gravosi gravi e da due a quattro anni per lesioni gravissime nel caso in cui il conduttore sia fermato in stato d’ebrezza.

Ecco il luogo dello schianto: