Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Tassista molesta due ragazze con un racconto su un rapporto a tre sul Taxi – VIDEO

CONDIVIDI

L’inquietante racconto del tassista

Dione Meikle, una delle ragazze all’interno del taxi

Sarà capitato anche a voi di avere a che fare con un tassista che per ingannare il tempo comincia a raccontarvi gran parte della sua vita o che, per intrattenervi vi regala delle esperienze che difficilmente sentireste in altri contesti. Questo più o meno è quanto è successo a Dione Maikle, giovane ed affascinante ragazza britannica, ed alla sua amica di ritorno da una serata fuori, peccato che il racconto abbia assunto un contorno decisamente inquietante. Le due ragazze salgono sulla vettura ed il conducente comincia ad intrattenerle raccontando loro storia bizzarre e divertenti (dal suo punto di vista) finché non porta la discussione su un’esperienza sessuale avuta sul suo taxi, guarda caso, con due ragazze.

Il threesome con le ragazze di colore come allusiva proposta

Giunti al racconto piccante, Dione mette mano allo smartphone e comincia a riprendere l’interno dell’abitacolo registrano la vanteria del conducente. Nel video, successivamente pubblicato su Twitter, si sente il tassista che racconta distintamente la sua esperienza sessuale fuori dal comune: “Ho avuto davvero un rapporto a tre con due ragazze di colore. Una di loro ha cominciato a fare scendere la mano ed io ho pensato ‘Adesso si ferma e non fa nulla’. La mano ha continuato a scendere ed io ho pensato ‘vorrà in un certo senso chiamarmi’, ma no la mano ha continuato a scendere ed io ho pensato ‘Sto cercando di guidare, devi fermarti’”.

Il racconto dell’autista si conclude con altri particolari piccanti che hanno convinto l’uomo a guidare verso un posto appartato per approfittare di quella occasione inattesa. Il video ha suscitato un certo scalpore per il comportamento dell’autista, il cui racconto era probabilmente finalizzato ad impressionare le due passeggere e cogliere una loro reazione riguardo al racconto.

Ecco il video in questione postato dal ‘The Sun’