Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Il Papa incontra il padre di Alfie Evans e gli dice: “Portate...

Il Papa incontra il padre di Alfie Evans e gli dice: “Portate il bambino in Italia, lo aspettiamo” 

Il Papa incontra il papà di Alfie Evans e gli dice: “Portate il bambino in Italia, lo aspettiamo” 
Thomas Evans col Papa e col suo bambino

Udienza fra il Papa ed il padre di Alfie 

Papa Francesco ha ricevuto Thomas Evans, 21 anni, il padre di Alfie Evans, bambino affetto da una malattia neurodegenerativa e ricoverato all’Alder Hey Hospital di Liverpool.

I medici hanno ottenuto dai giudici il permesso di staccare il ventilatore che tiene Alfie in vita, non dando la possibilità ai genitori di tentare il tutto per tutto portando il bambino in Italia. L’assurda motivazione del diniego dei genitori di imbarcare il piccolo Alfie su un aereo per portarlo in Italia è che “il bambino potrebbe morire durante il viaggio”. Detto da chi ha intenzione di staccargli la spina in un giorno non ancora prefissato.

Il Papa: “Portate il bimbo in Italia” 

Thomas Evans col figlio Alfie

Il Papa ha quindi accolto il padre di Alfie ed ha lanciato l’ennesimo appello pubblico per la tutela del piccolo.
“Attiro l’attenzione di nuovo su Vincent Lambert e Alfie Evans. E vorrei ribadire e fortemente rinnovare che l’unico padrone della vita è Dio e nostro dovere è fare di tutto per custodirla. Preghiamo che sia rispettata la vita di tutte le persone e specialmente di questi due fratelli nostri” ha detto il Papa nell’udienza in Piazza San Pietro.
Lo stesso Papa ha invitato la famiglia a portare il piccolo all’ospedale Bambino Gesù di Roma, dove c’è già pronta l’attrezzatura per accogliere il bambino.
La presidente dell’ospedale, Mariella Enoc, ha parlato col padre di Alfie e gli ha detto che è pronto un piano di supporto per la respirazione e l’alimentazione del bambino.
Ora bisogna cercare di scardinare la decisione dei giudici inglesi, secondo i quali è “nel migliore interesse del bambino” morire anziché tentare l’ultima speranza.