Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

In India chi stupra le bambine verrà condannato alla pena di morte 

CONDIVIDI

In India chi stupra le bambine subirà la pena di morte 
L’India introduce la pena di morte per gli stupri

In India la violenza sessuale su donne e – sempre più spesso – sulle bambine è una tragedia attuale di dimensioni enormi. Troppi casi, negli ultimi anni, di bambine sparite, e trovate poi stuprate e barbaramente uccise, gettate come sporco ai lati di una strada o di una discarica. Senza contare i casi che non sono giunti sotto i riflettori.

La popolazione indiana, ad ogni nuova notizia di rapimento e violenza sessuale, scende in strada sempre più infuriata e incattivita. Vogliono pene certe per gli stupratori e gli assassini dei bambini e delle bambine: per questo adesso il Governo Indiano ha preso la decisione più drastica in assoluto, accontentando le richieste della popolazione.

Pena di morte per la violenza sulle bimbe

Chiunque violenterà una bambina con meno di 12 anni di età potrà essere condannato a morte.
Questa è la decisione del Governo Indiano dopo i fatti degli ultimi mesi, lo stupro e l’uccisione (dopo giorni di torture e sequestro) di una bambina di 8 anni ed il tentativo di stupro da parte di un parlamentare nei confronti di una piccola.
Solo nell’ultima settimana, poi, sono state stuprate e uccise tre bambine in tre cerimonie nuziali in Uttar Pradesh e Chhattisgarh. Ora la proposta di legge per l’introduzione della pena capitale per questo reato è sotto l’esame del presidente della Repubblica Ram Nath Kovind e poi entro sei mesi dovrà essere approvata dal Congresso: quindi potrà diventare legge, ma già nel frattempo è possibile applicarla.