Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Fumare? Meglio di no. Questo video virale ci mostra perché

Fumare? Meglio di no. Questo video virale ci mostra perché

Il fumo danneggia gravemente la salute. I suoi effetti nocivi sul nostro organismo, pur essendo noti da sempre, non bastano però a scoraggiare tutti i fumatori incalliti. Ecco allora che- forse!- un video virale pubblicato da un’ infermiera potrebbe convincerli ad abbandonare il vizio del fumo e smettere di fumare una volta per tutte.

Polmoni sani contro polmoni malati: il video che sconvolge

Il video che è stato diffuso ha lo scopo di aiutare a capire quale sia la differenza tra dei polmoni sani e i polmoni malati di chi ha fumato almeno un pacchetto di sigarette al giorno. Il confronto è sconvolgente. Un paio di polmoni sanissimi, dal colore roseo, stanno accanto a dei polmoni completamente anneriti e colpiti dal cancro. Inoltre, i polmoni anneriti vengono gonfiati e si sgonfiano rapidamente: questo esperimento dimostra che l’impatto che il fumo ha sul respiro di un fumatore, rendendolo affaticato ed affannoso. I polmoni sani, al contrario, riprendono lentamente la loro posizione. A diffondere il video è stata Amanda Eller, un’infermiera della Carolina del Nord, che lo ha pubblicato sul suo account Facebook circa una settimana fa.

I fumatori rischiano di contrarre diverse malattie mortali

Le sigarette sono composte da sostanze nocive quali catrame, che si deposita nei polmoni e macchia dita e denti del fumatore, monossido di carbonio (che si lega all’emoglobina facendo diminuire il livello di ossigeno in circolo nell’organismo), benzene e gas ossidanti che favoriscono il coagulo del sangue e molte malattie che vi sono connesse. Tra le malattie principali che sono legate al fumo ricordiamo il cancro ai polmoni, l’ictus e la broncopneumopatia cronica ostruttiva. È importante sapere che chiunque decida di smettere di fumare ha la possibilità di recuperare la sua forma fisica. Per chi ha smesso di fumare da un anno, infatti, il rischio di soffrire di malattie cardiache si riduce del 50% rispetto ad un fumatore. Chi ha smesso di fumare da 5 anni ha le stesse probabilità di avere un ictus di una persona non fumatrice, e ha la metà delle possibilità di un fumatore di contrarre il cancro a bocca, gola ed esofago. Dopo 15 anni trascorsi senza fumare gli effetti negativi del fumo si saranno annullati del tutto. In molti provano a smettere di fumare, senza riuscirci; tuttavia è stato provato che chi riesce a fermarsi per 28 giorni ha probabilità cinque volte più elevate rispetto agli altri di riuscire a smettere. Provare per credere.

Maria Mento