Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Esce in acqua scooter con la compagna e la figlia di lei: muoiono tutti. Madre e figlia trovate abbracciate

CONDIVIDI
Esce in acqua scooter con la compagna e la figlia di lei: muoiono tutti. Madre e figlia trovate abbracciate
Pierluigi Iacobucci con la compagna Digne Cappe e la figlia di lei, 4 anni

Trovate annegate, ancora abbracciate

Le hanno trovate abbracciate, nell’acqua e senza vita. La compagna cubana di 31 anni di Perluigi Iacobucci e la figlia di lei di soli 4 anni, sono state recuperate ieri nelle acque di Terracina. Indossavano ancora il giubbotto di salvataggio ed erano abbracciate.
Anche il corpo di Iacobucci è stato recuperato ma diversi giorni prima. Ora è stato possibile ricostruire la dinamica della tragedia.

La ricostruzione della tragedia 

Il 2 maggio Iacobucci scomparve nel nulla dopo che era uscito con la moto d’acqua. Era uscito da solo a Baia Domizia, Caserta, ma era andato a prendere la sua compagna di 31 anni, Digne Cappe, cubana, e la bimba di lei di 4 anni.
Poi, deve essere avvenuto un incidente, ancora da ricostruire, nel quale sono morti tutti e tre: il corpo di Iacobucci è stato recuperato, ma nessuno sapeva che ci fossero anche la compagna e la sua bimba. Per questo quando ieri i corpi della donna e della sua bambina sono stati recuperati dal mare, data anche la loro pelle scura e il fatto che la loro scomparsa non era stata denunciata, inizialmente si era pensato che potessero essere due immigrati vittime di un tragico incidente in mare.

Nessuna denuncia per la donna e la bimba 

Invece poi si è scoperta la loro identità. Grande dolore per la famiglia distrutta: Digne non viveva con Iacobucci, viveva con la sua bambina a Mondragone dove lavorava nel supermercato, ed aveva da qualche tempo una relazione con l’uomo.
La loro scomparsa non era stata denunciata perché i loro parenti vivono a Cuba. Sotto choc la famiglia del 32enne Iacobucci che gestiva alcuni supermercati in provincia di Latina.