Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Ultime Notizie di Cronaca Estera Coppia di obesi bandita da compagnia di taxi a causa del loro...

Coppia di obesi bandita da compagnia di taxi a causa del loro peso

Brutta disavventura per una coppia di super obesi, banditi dai taxi dopo che il ragazzo avrebbe rotto, a causa del suo peso, la sospensione del veicolo sul quale viaggiava. Marcus Edwards pesa infatti 228 kg e la fidanzata Taylor Faulker 120 Kg: la coppia utilizzava il taxi fino a quattro volte al giorno ma i danni provocati ai veicoli hanno spinto i vertici dell’azienda di taxi locale ad impedire alla coppia di utilizzarli. Marcus infatti usava i mezzi, insieme alla compagna, per raggiungere la casa della madre, non lontana poichè a meno di due chilometri di distanza ma difficile da raggiungere a piedi a causa del loro peso eccessivo; questo ha provocato però, nel tempo, la rottura delle sospensioni di due taxi e quando ha telefonato per richiedere un’auto che li riportasse a casa gli è stato detto da un’operatore che non c’erano veicoli disponibili e di provare un’altra compagnia.

Banditi dall’utilizzo dei taxi a causa del peso eccesivo

Furiosa, Taylor ha chiamato nuovamente per chiedere spiegazioni e a quel punto le è stato detto che Marcus, 29 anni, non avrebbe più potuto utilizzare i taxi di quella compagnia. La coppia non è rimasta in silenzio, accusando i tassisti di discriminazione nei confronti delle persone obese chiedendo che il divieto imposto venga al più presto cancellato. “Sono stato un cliente fedele dell’azienda per anni spendendo fino a 20 sterline al giorno – ha rivelato il ragazzo che a causa del peso soffre di una serie di problemi di salute piuttosto seri – a causa delle mie dimensioni ho sempre prenotato una cinque posti per Taylor e me. Lei di solito si siede di fronte e io devo utilizzare i tre sedili posteriori. Non c’è mai stato un problema ma – ha aggiunto – quando abbiamo telefonato ci è stato detto che non c’erano veicoli disponibili per tutta la notte e di provare con qualcun altro”.

Il racconto del ragazzo obeso, “dovrebbero vergognarsi”

Nel corso della ricostruzione dei fatti il 29enne ha aggiunto: “inizialmente lo abbiamo trovato strano, poi quando Taylor ha telefonato per avere spiegazioni, il giorno seguente, le è stato detto che secondo due autisti avevo danneggiato le loro sospensioni e che a causa del mio peso non avrei più potuto usare i loro taxi. Sono obeso ma questa è discriminazione nei confronti di persone come me; non credo di aver danneggiato le loro auto ma penso che non vogliano una persona della mia taglia intorno a loro. Dovrebbero – ha concluso – rendersi conto che soffro di una malattia, dopo tutti i soldi che abbiamo speso con loro, dovrebbero vergognarsi”.

Daniele Orlandi