Forte terremoto di magnitudo 6.2, tanta paura tra la popolazione

terremoto Terremoto di magnitudo 6.2, nessun danno

Un terremoto di magnitudo 6,2 della scala Richter ha colpito la regione montuosa al confine tra l’Afghanistan e il Tagikistan. Il terremoto si è verificato alle 11.40 ora locale.

Nelle aree prossime all’epicentro il sisma è stato avvertito nettamente, ma le autorità sostengono che le abitazioni non hanno riportato danni e non ci sarebbero vittime in seguito alla potente scossa.

Secondo l’US Geological Survey (USGS), il terremoto è avvenuto a una profondità di quasi 100 chilometri: questo ha fatto sì che le onde sismiche si estendessero fino a Kabul, capitale dell’Afghanistan, e a Nuova Delhi, in India.

Tuttavia, proprio perchè il sisma si è verificato ad una profondità così bassa, lo scuotimento non è stato particolarmente violento in superficie: se l’epicentro del sisma fosse stato molto più superficiale le conseguenze sarebbero state diverse.

Trema con violenza anche la Papua Nuova Guinea

Il sismologo Stephen Hicks ha dichiarato su Twitter: “Rotture ragionevolmente profonde, a circa 100 km di profondità. Questo significa un’intensità di scuotimento massima più debole vicino all’epicentro rispetto ad un evento più superficiale”.

“Stiamo raccogliendo le informazioni in seguito al terremoto – dichiara il Dipartimento meteorologico dell’India (MeT) – ma al momento non vi è alcuna segnalazione immediata di eventuali feriti o danni alle abitazioni”. Sempre oggi, un sisma di magnitudo 6.0 ha colpito l’isola della Nuova Inghilterra della Papua Nuova Guinea. Anche qui nessun danno agli edifici.