Perde casa e lavoro, Alessandro costretto a vivere in auto con la moglie ed i tre figli

Ha perso tutto ed ora deve vivere in auto

Perdere tutto, casa, lavoro, e trovarsi a vivere in auto con la propria famiglia. Un’esperienza terribile quella di Alessandro R., un 39enne di Torino, che adesso è costretto a vivere in auto attendendo un aiuto. Vive nella sua auto con i 3 bambini di 4, 5 anni e 5 mesi e la compagna.
Alessandro per sostenere la sua famiglia ha sempre svolto ogni tipo di lavoro, anche quelli più precari, sottopagati e non qualificati.

Ho sempre lavorato persino quando tirare a fine mese significava raccattare i soldi per coprire le spese (l’affitto, le bollette, il supermercato) e nient’altro” ha raccontato al Corriere della Sera Alessandro. Poi l’azienda è fallita, e Alessandro è rimasto con sei mesi di stipendio arretrato. Da quel momento per lui è cominciato un vero incubo: viene lasciato a casa, perde l’abitazione. 

“I nostri figli hanno fame”

“Dopo pochi mesi venivo rimpiazzato e la favola finiva. Poi è successo che una delle ditte che mi aveva assunto da un giorno all’altro è fallita e mi ha lasciato a casa con mesi di stipendio arretrati” ha raccontato al giornale. “L’unica cosa che vorremmo è una casa. Continuiamo a spargere curriculum, ma nessuno ci considera. Le stiamo provando tutte, ma qui, sotto la pioggia, rischiamo di doverci arrendere”.

In zona Alessandro ha trovato diverse persone disposte ad aiutarlo, ma ora gli serve un lavoro “I nostri figli hanno fame. E per restituirgli la loro infanzia siamo disposti a tutto, a svolgere qualunque tipo di lavoro” ha detto Alessandro in coro con la compagna.