Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Ultime Notizie di Cronaca Estera

Maratona di Londra, una atleta in coma: la causa è davvero assurda

CONDIVIDI

La 53enne Johanna Pakenham ha bevuto troppo e non ricorda affatto di avere tagliato il traguardo a seguito di un malore. Dopo la maratona, la donna, madre di quattro figli, è tornata a casa ed è collassata. Il suo compagno ha dovuto tenerla in vita applicandole il massaggio cardiaco fino all’arrivo dell’ambulanza.

La donna non ricorda nulla della corsa

Durante la corsa, per fare fronte al caldo, Joanna ha bevuto troppo: questo ha causato una carenza di sodio nel suo organismo, che l’ha portata a rischiare la vita a seguito di iponatriemia.

«Adoro correre e lo faccio da anni. Ho preso parte a quattro maratone, anche se è la prima volta che arrivo sul podio. Ricordo di avere iniziato la gara, ma a metà strada le cose hanno cominciato a diventare confuse».

L’acqua avrebbe potuto potenzialmente ucciderla

La donna, durante la corsa, ha bevuto 20 bottiglie piccole di acqua.

Joanna non ricorda molto della maratona. Sentiva solo la voce del padre, che le suggeriva di mantenersi idratata: «Senza gli elettroliti, tuttavia, l’acqua mi faceva più male che bene. Ecco, penso che tutti debbano conoscere queste conseguenze».

Fortunatamente, la faccenda si è risolta bene, ma fate attenzione a non bere troppa acqua!